COVID-19: caso 22

Izzo Andrea, D’Aversa Lucia, Cerimoniale Giuseppe, Mazzella Giuseppe, Pergoli Pericle, Faiola Eugenio Leone, Di Pastena Francesca

U.O.C.  Diagnostica per immagini – Ospedale “Dono Svizzero” Formia DEA I livello– Asl Latina

Pz Donna, 69 anni, riferisce febbre da una settimana trattata con antibiotici senza benificio. In anamnesi non riferisce patologie degne di nota. Temperatura al PS nella norma (36,5°), pO2 96%, eupnoica.

Si richiede RX torace eseguito con apparecchio portatile posizionato in tensostruttura appositamente adibita all’esterno del PS.

1B734A89 A1BF 49A8 A1D3 66FAFA4FAC5D 1024x847 1

L’indagine radiografica dimostra un discreto incremento dell’interstizio peribroncovascolare con associati alcuni sfumati addensamenti parenchimali alla base di entrambi i polmoni. Ombra cardiomediastinica nella norma. Seni costofrenici normoespansi

Il Pz viene sottoposto a tampone naso-faringeo (risultato positivo al COVID-19) e ricoverata per l’assistenza e le cure necessaria.

La Pz dopo 3 giorni, con condizioni cliniche buone e stabili effettua TC di controllo.

6A37527F E360 4904 AA07 56EE2B177228 1024x795 1
30B7F0FF 0AF3 4FE7 864A BF08527C4A1A 1024x814 1
21EF0501 FCEF 44BF ACE6 6A4FC2271FDE 1024x724 1

L’indagine TC dimostra la presenza di addensamenti parenchimali a “vetro smeriglio” con associate zone di consolidamento parenchimale, localizzati in sede subpleurica ed estese zone di parenchima con pattern “crazy-paving” caratterizzato dalla presenza di aree a “vetro smeriglio” sovrapposto ad ispessimento liscio dell’interstizio interlobulare ed intralobulare.

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy