Nuova direttiva europea “Women on boards”

Intesa tra Parlamento, Consiglio e Commissione Ue sulla nuova direttiva ‘women on boards’ sull’equilibrio di genere. Il testo stabilisce infatti delle quote rosa nei Cda delle aziende europee.

La direttiva  mira a introdurre procedure di assunzione trasparenti nelle aziende dell’Ue e in modo che almeno il 40% dei posti di ai vertici esecutivo siano occupati da donne. La Commissione europea ha presentato per la prima volta la sua proposta nel 2012 e il Parlamento europeo ha adottato la sua posizione negoziale nel 2013.

Il fascicolo è stato poi bloccato in Consiglio per quasi un decennio, fino a quando i ministri del lavoro e degli affari sociali hanno concordato una posizione lo scorso marzo. Ad oggi, solo il 30,6% dei membri del consiglio di amministrazione delle più grandi società quotate in borsa dell’Ue sono donne, con differenze significative tra gli Stati membri che vanno dal 45,3% in Francia al 8,5% a Cipro.

Soddisfatta la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen (fonte: Ansa)

Per visualizzare l’articolo clicca qui

Condividi

Copia il link negli appunti

Copy